In che senso, ti starai chiedendo?
Lascia che ti spieghi.

Mi ripresento:

Ciao, sono Robi e sono cresciuta nel caos, tra abusi emotivi e in totale assenza di confini.

La mia è una storia come molte, di una ragazza ambiziosa e ribelle cresciuta in una famiglia italiana, in un piccolo paese, in cui non c’era cultura emotiva e quindi non esisteva il rispetto del perimetro emotivo ed energetico altrui.

I miei genitori non hanno avuto la fortuna di avere strumenti di consapevolezza per guarire e proteggere e, di conseguenza, io sono cresciuta con interessanti difficoltà emotive.

Della mia storia famigliare ricordo liti, lacrime, tensione costante e limitazioni; ricordo il sentirmi sbagliata e responsabile, porto dentro me il ruolo di genitore emotivo che avevo assunto.

Dopo anni di risentimento, rabbia e lontananza, ora sento una grande compassione verso la mia famiglia; ho riconosciuto e integrato le mie origini e sono certa che i miei genitori abbiano agito al meglio delle loro capacità per darmi ció ritenevano importante e permettermi di essere felice.

Ciò non toglie che siano stati fatti dei danni che mi sono portata come cicatrici nel mio sistema nervoso e quindi nella mia sfera emotiva e che hanno compromesso la totalità delle mie relazioni, a partire in primis da quella con me stessa – ovvero la qualitá della mia vita.

Per non sentire il dolore di considerarmi sempre sbagliata, mi sono trovata disconnessa da me stessa, in rinnego dei miei bisogni e in fuga dalla mia sfera emotiva.

Avevo paura a chiedere, non osavo desiderare.
Se avessi chiesto e non ci fosse stato nessuno a rispondere alla mia chiamata?
Per sopravvivere avevo imparato a farmi piccola, a non disturbare.
Per non sentire, proiettavo costantemente all’esterno il mio dolore. Non sapevo ascoltarmi.

Ti suona familiare?

Ho incarnato l’energia maschile del fare e del produrre, mi sono buttata a capofitto nello studio e nel lavoro, riuscendo con grande successo ed eccellendo in qualsiasi campo. A 28 anni avevo già un’azienda online e al secondo anno avevo già raggiunto le 6 cifre di fatturato. Il lavoro era la mia vita: goal, focus, determinazione.
Pillola anticoncezionale, cibo spazzatura, attaccamento evitante.

Il femminile non era solo completamente soppresso: era ferito, arrabbiato, impaurito.

Era un meccanismo di protezione: essere impegnata, mi impediva di sentirmi, di annegare nelle mie emozioni, così intense, così sregolate. Rabbia, senso di ingiustizia, lotta e fatica costante.
Mi sentivo invisibile e abbandonata. Il dolore era troppo, non potevo connettermi, non riuscivo a stare con le emozioni.
Sono stata giudicata per questo, non capita, accusata.
Finché arrivó il punto di rottura…

Gli anni passano, qualcosa nella consapevolezza cambia ma ancora inconsapevole delle mie ferite di infanzia e del mio stile di attaccamento, entro in una relazione con dinamica ansiosa – dipendente.
Per la prima volta, divento io quella ansiosa.
In pandemia, in India, lontana da radici e amici, sprofondo negli abissi, nelle notti buie dell’anima.
Tocco fondo ma faccio la scelta giusta: finalmente chiedo aiuto.

Entrare in una terapia sperimentale mi ha salvata; il funzionamento della mente e dell’energia erano già i miei punti forti, materie di studio e di lavoro da diversi anni ma è in quel momento che qualcosa ha fatto click in me.
Ho ricominciato a studiare e ho scoperto che la risposta alla mia disperata necessità di guarire, di ritrovarmi e di uscire dal loop dell’ossessione, era mettere il mio sistema neuroendocrino e la mia energia al centro del mio viaggio di guarigione.

Dovevo riportarmi a casa, nella sicurezza del mio sentire. Dovevo sentirmi al sicuro con me stessa.

Ce l’ho fatta.

Ho smesso di puntare il dito contro, ho assunto la totale responsabilità delle mie condizioni e ho deciso di cambiare.

Sono stata la mia prima studentessa.

Ho messo in pratica le mie conoscenze, ho creato protocolli che mi permettessero di ascoltarmi senza giudizio, di accettare il luogo nel quale ero, di incontrarmi laddove ero e da lì connettermi ai miei bisogni e desideri.

Ho ricondizionato il mio sistema nervoso mentre sradicavo credenze limitanti e finte verità. Ho lavorato su corpo e mente insieme.

Ho pulito e riprinistato la mia energia, imparando a incarnare un femminile sano maturo e gioioso sostenuto da un maschile sano accogliente e permissivo.

Il mio lavoro è il mio processo di guarigione.
E sí, sará sempre un work in progress.

È un processo che non ha fine ma che, ad oggi, mi permette di essere la persona più forte che conosco, quella su cui posso sempre contare.
La donna dal cuore aperto alle possibilità della vita, che sa godere delle sue ricchezze senza paura di essere abbandonata.

Oggi sono la Robi che sa come riportarsi a casa.
Vorrei fosse lo stesso anche per te.

Ci vuoi provare insieme a me?

Lo facciamo usando i migliori strumenti che combinano antiche tecnologie energetiche e filosofie orientali applicate a recenti scoperte cliniche e di neuroscienza e attuali strumenti di crescita e sviluppo personale. 

Direi che ne so qualcosa.

Lavoro nel settore del benessere mentale da più di 13 anni con formazione clinica internazionale. 

  • Sono certificata come Esperta del Sistema Nervoso in ottica Polivagale, Hormones Health Expert, Trauma Informed Therapist, EFT Tapping & TFT Practitioner, Mindfulness Teacher, Energy Expert & Healer, Coach Cognitivo Comportamentale, CBT Practitioner (tanto per citarne alcuni, ma non tutti!)
  • Ho fondato due aziende e tre progetti che raggruppano piattaforme online a supporto del sistema neuro-endocrino come Supernova e Women Healing.
  • Ad oggi, insieme alle grandi professioniste del nostro team, ho guidato più di 5000 donne di ogni età a riportarsi a casa, nella sicurezza nel proprio sentire, per imparare a lasciare luoghi di dolore e a flirtare con la vita, alla scoperta del piacere.

Lavora con me

Corsi

Mentoring

Retreats

Le mie aziende

Il mio parco giochi: una community online di babes che usano la magia per creare una vita fuori dall’ordinario.
Negli anni si sono unite a noi migliaia di bellezze, che ogni giorno aprono il nostro sito per imparare a usare l’energia, apprendere nuovi skills, studiare nuove tecniche, e praticare con tutti gli insegnanti.

Universo Donna: una scuola online dove tramite corsi e un percorso professionalizzante, diversi esperti spiegano il funzionamento del sistema neuro-endocrino femminile e ci aiutano a fare le scelte migliori per poterlo supportare.

Il mio primo integratore, un botanical, ovvero composto solo da erbe e funghi, a supporto del sistema femminile.
Ci sono voluti 3 anni per la sua formulazione e il risultato è una bomba che copre le problematiche del ciclo dal menarca alla menopausa.

Robiness

Zone of Genius Trovare soluzione creative
Zodiaco Stellium in Sagittario, Ascendente Pesci, Luna in Cancro
Morning Tonic My Magic Coffee (Caffé con cacao, reishi, olio di cocco, collagene e lion’s mane)
Morning Essentials Musica, Incenso e Meditazione
Evening Ritual Candele e Nabhi Sutra
Arma segreta Manifestare con la Luna
Human Design ⅓ Manifesting Generator
Quote personale Keep your cool amid the chaos© (è mia)
Guilty Pleasure Mango essicato
Il trigger Arroganza e pretese
Workout Preferito Kung Fu Training
Magic Tool EFT, Vision Board, Note dell’Iphone
Control Freak Google Drive
testimonial

Roberta è una poetessa del cielo che scolpisce con semplicità nelle menti delle sue clienti per aiutarle a superare pensieri limitanti e abitudini tossiche così da liberare il loro unico potenziale. Diffonde inoltre potenti strumenti di mental, body ed emotional health che ha provato su se stessa in prima persona. È l’incarnazione della sua missione che si esprime nei suoi progetti visionari : ‘Supernova’ e ‘Women Healing’.

Federica, 35 anni, Data & Research Director