Come ritrovare la calma in pochi minuti

by

Lo stomaco che si stringe, la mascella che si serra, il rossore che ricopre il viso e le lacrime che bagnano gli occhi prima di scoppiare in urla e pianti. Su la mano se la sensazione ti è conosciuta. A volte la soluzione migliore è lasciar uscire tutto, sfogare, buttar fuori tutto quel malessere accumulato che ti corrode da dentro. Ci sono alcune circostanze però, come magari sul luogo di lavoro, in non ti è permesso mostrare il tuo lato umano.
Quando sei in questa situazione, i 5 punti a seguire potrebbero tornarti utili:

  1. Crea un tuo libro personale

    Cosa te ne fai di tutte le bellissimi frasi motivazionali che vedi scorrere su Instagram o leggi sognante su Pinterest? Il mio consiglio è quello di riscrivere le tue affermazioni preferite su un quaderno che terrai sempre con te. Quando ti senti demotivata o hai voglia di mollare tutto, apri il tuo quaderno a caso e lasciati stupire.
    Ogni tanto riguardo il mio moleskine di quando avevo 22 anni e sorrido alle frasi bohémienne di cui mi riempivo. Sono grata di quel periodo per aver bilanciato la mia precoce attitudine workahalic con la sana capacità di godermi la vita e le sue bellezze. Quando sento al nostalgia della spensieratezza che possedevo, torno al mio vecchio quaderno.

  2. Usa l’immenso potenziale del respiro

    Trova il  pranayama, la respirazione più adatta a te (qui te ne suggerisco uno) e usalo! Respirare lentamente e con consapevolezza regola l’attività celebrare superiore, attivando l’ipotalamo (il centro di immagazzinaggio delle nostre emozioni e dei nostri ricordi), rilasciando neurormoni che inibiscono lo stress e inducono il corpo in rilassamento.

  3.  Prova a meditare per tre minuti

    Meditare regolarmente anche solo 5 minuti al giorno, riduce la frequenza cardiaca e respiratoria, aumenta la resistenza allo stress e predispone all’empatia. Se sei in ufficio e devi calmarti all’istante e l’unico tempo che hai a disposizione sono tre minuti scarsi, prova la traccia audio che trovi qui e  che ho creato a questo scopo.

  4. Tieni un olio essenziale sempre a portato di mano

    Scegli tra oli calmanti, rilassanti e antidolorifici come lavanda, ylang ylang, gelsomino o rosa. Io ho sempre con me quello di rosa indiana, lo uso come mia personale tecnica di Women Alchemy. Ne verso una goccia sul palmo, strofino le mani energeticamente tra di loro e poi inalo, sentendo il profumo entrare e immaginandolo scendere al cuore. Il sollievo e la calma sono immediate. Le molecole degli oli essenziali, estremamente volatili, vengono condotte dal setto nasale all’ipotalamo e da lì agiscono immediatamente sul sistema nervoso e sul corpo emozionale.

  5.  All’interno c’è la calma

  6. Quando stai per cedere, per sbraitare o reagire, fai un passo indietro dentro di te. Porta l’attenzione al tuo interno e percepiscine il vuoto e la calma: all’interno c’è la quiete e tuo compito è quella di portarla fuori. L’attimo di silenzio tra lo stimolo e la reazione è ciò che può risolvere la situazione e salvare la relazione.

    Una volta ritornata in te, ciò che devi fare non è ignorare e accantonare ciò che è ti successo ma attendere il momento opportuno per analizzare il motivo scatenante e la reazione che hai avuto.

    Cosa ti ha portato lì?
    Quali tuoi limiti sono stati oltrepassati?
    Che emozioni stai reprimendo?
    Prova a rispondere a queste domande su un quaderno e vedrai come la pratica del journaling può aiutarti nell’analisi di tante situazioni che ti sembrano complicate.

    Ogni situazione, per quanto dura e dolorosa possa essere, può darci l’opportunità di guarire ferite, sbloccare situazioni ed evolvere. L’importante è avere la forza di affrontarla.

    Blessings,

    R.

3 commenti su “Come ritrovare la calma in pochi minuti

  1. Grazie Roby, i tuoi articoli sono sempre una benedizione! Io tengo sempre sulla mia scrivania olio essenziale di lavanda e alla rosa, verso due gocce su un legnetto e respiro 😉
    Un abbraccio!

Rispondi