Dieci concetti chiave di Cabala

by

“Non è necessario.
E’ impossibile
E’ il segreto stesso della creazione.”
Questi sono le 3 motivazioni principali con cui i cabalisti hanno sempre difeso e occultato la trasmissione della Cabala.

Scritta volutamente con un linguaggio in codice, affinché le preziose conoscenze non venissero diffuse a persone non meritevoli, la Cabala è rimasto argomento segreto fino al secolo scorso, quando il grande cabalista Yehuda Ashlag (Baal HaSulam) riuscì a spiegare la Cabala tramite un linguaggio chiaro e comprensibile, seguito poi da Rav e Karen Berg che, noncurante degli attacchi e delle critiche dei “detentori della conoscenza” iniziarono a omogeneizzarne i contenuti per renderli accessibili a chiunque e portare immenso cambiamento nella vita delle persone.

Ci ho provato anche io e ho scelto 10 concetti di Cabala che mi hanno sempre colpita, semplificandoli, di modo che ognuno possa prendere ciò che è pronto a prendere.

10 CONCETTI CHIAVE DI CABALA

  1. Per poter ricevere, è necessario essere contenitore. Il contenitore (Kli)  si forma solo per combinazione di desiderio + aspirazione.
  2. E’ luce solo quella che viene dall’oscurità. L’oscurità è il recipiente necessario per rivelare la luce.
  3. Possiedo qualcosa solo quando compio il processo completo di presumibilmente averlo, presumibilmente perderlo e giustamente riguadagnarlo.
  4. La sensazione de piacere è tanto maggiore quanto minore è la distanza tra la Fonte e il recipiente.
    Più simile è il contenitore alla luce stessa, maggiore sarà la sua capacità di ricevere e si fare esperienza di beatitudine.
  5. Se non hai tempo di ascoltare il tuo partner, come pensi di saper ascoltare il Divino?
  6. Se siamo sul cammino spirituale, possiamo decidere che da ora in poi le cose saranno diverse
  7. La ragione per la quale torniamo a luoghi o persone che già abbiamo lasciato andare, è per riprendere frammenti di Luce che ancora sono lì per noi
  8. Quando non ci sembra che non sia razionalmente alcuna ragione per fermarci in quel luogo, il motivo per il quale siamo lì bloccati – o per il quale, quel luogo, quelle situazioni, quelle persone tornano è che lì c’è tikkun da risolvere, ovvero c’è ancora correzione da fare
  9. Allo stesso modo e per l’altra faccia della medaglia, chi torna da te, ha qualcosa da rammendare. Non lasciare che l’ego si permetta di precludere questa opportunità a questa persona. Sii strumento di cambiamento, in modo da generare luce per lei e per te.
  10. Se chiediamo davvero, riceveremo una rivelazione sul luogo dove siamo

Quelli della Cabala sono insegnamenti inestimabili ma veramente poco digeribili, a causa dell’elevata conoscenza esoterica richiesta.
Come fare quindi per trasmettere una così rivelatoria conoscenza anche a chi è agli inizi?
Mentre gli anni di oscurità si avvicinano al termine, è importante che anche un solo seme di questi concetti sia stato piantato.
La pianta che crescerà sarà quella che ti aiuterà a nutrirti di ciò che ti serve e a portare ciò che, chi è accanto a te, necessita.

Se hai trovato questi concetti ostici, non ti preoccupare ma unisciti a me nella diretta di giovedì 6 febbraio 2020 alle 12.30 su Instagram
Li affronteremo insieme e te li spiegherò, punto per punto.

In love,
R.

Rispondi